Comun Nuovo

La denominazione stessa di questo paese ci lascia intendere una storia complessa e turbinosa. Alcuni sostengono che questa denominazione sia frutto del difficile periodo medievale, stando a indicare la ricostruzione di un centro preesistente andato distrutto. Le fonti scritte ci danno notizie  certe a partire dal 1238 quando undici famiglie provenienti dal Comune di Bergamo iniziarono la bonifica delle terre note come il “Prato Novo di Vezzanica (Zanica)“.

Una svolta importante avviene nella seconda metà del quattrocento quando l’ente benefico Misericordia Maggiore di Bergamo (MIA), inizia ad acquistare gran parte dei terreni agricoli ed edificabili del borgo fino alla fine del Seicento. Nel settecento sempre la MIA inizia un’opera di ristrutturazione del paese. Le strutture medievali preesistenti vengono utilizzate come materiale di recupero per il rinforzo delle cascine e delle abitazioni del paese: unica eccezione la vecchia porta-torre del castello che viene riutilizzata come campanile della Chiesa Parrocchiale.

 

Ecco i luoghi da non perdere:

  • Orologio solare
  • Chiesa Parrocchiale del Santissimo Salvatore e campanile

DOVE: Comun Nuovo (BG) Piazza Alcide De Gasperi

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!