Palazzo Visconti a Brignano Gera d’Adda

In origine un castello, poi una sontuosa residenza nobiliare in stile barocco: Palazzo Visconti saprà stupirti con ogni sua sala!

Fu proprio la famiglia Visconti, di cui oggi il Palazzo porta il nome, a renderlo, tra leggende e vicende storiche, architettura e pittura, ciò che è adesso.
Il territorio di Brignano Gera d’Adda venne ceduto, nel 1186, ai Visconti di Milano dall’imperatore Federico I di Svevia come ricompensa per l’appoggio politico e militare durante la rappresaglia contro la città di Cremona.
La Signoria dei Visconti si estinse nel 1892 quando Antonietta Visconti Sauli, ultima erede, morì.

Un mistero si cela dietro la figura di Bernardino Visconti, nato nel 1579, fratello di Galeazzo il feudatario di Brignano Gera d’adda, la cui figura è stata identificata, sia dallo storico Cesare Cantù sia dallo stesso Manzoni, come “l’Innominato” dei Promessi Sposi.
La leggenda narra infatti che il castello dell’Innominato, descritto da Manzoni nella sua celebre opera, fu proprio questo splendido Palazzo.

Il complesso di Palazzo Visconti è costituito da tre parti che, pur essendo state costruite in tempi e con scopi diversi nei vari secoli, sono fisicamente correlate: il nucleo difensivo, il “Palazzo Vecchio” e il “Palazzo Nuovo”.
Il primitivo nucleo difensivo, un fortilizio, fu costruito dai Visconti tra il XIII e il XIV secolo. Tutt’oggi ben riconoscibile tra il “Palazzo vecchio” e il “Palazzo nuovo” e al suo interno conserva ancora parte dell’antico camminamento.
Dal XVI secolo, i signori di Brignano ampliarono il castello originario trasformandolo in una sontuosa residenza. Infatti, tra il 16° e il 17° secolo, costruirono l’attuale “Palazzo vecchio”, mentre tra il 17° e il 18° è stata la volta del “Palazzo Nuovo”, progettato dall’architetto Giovanni Ruggeri, che arricchì l’edificio con notevoli apparati decorativi interni, un giardino con scale, belvedere e caffhaus (quest’ultimi ricavati sugli spalti delle mura difensive). Questa trasformazione, nel corso del 18° secolo, portò il Palazzo Visconti ad essere considerato una delle più belle dimore della Lombarda.

Il Palazzo Vecchio è oggi sede del Municipio di Brignano Gera d’Adda e conserva tratti dell’origine cinque-seicentesca che lo caratterizza, anche se le sue sale affrescate lo rendono un chiaro esempio di barocco lombardo.
Potrai accedere alle sale del piano nobile grazie ad uno scalone monumentale, che potremmo addirittura definire uno scalone d’onore, interamente ricoperto da affreschi settecenteschi che rappresentano scene delle imprese di Ercole con illusionistiche quadrature architettoniche. Mentre sul soffitto è rappresentata la dinastia viscontea tra le divinità dell’Olimpo.
La scala ti condurrà alla sala più affascinante dell’interno Palazzo: la Sala del Trono. Datati 1675 e opera di F. Meda gli affreschi raffigurano i membri più illustri della famiglia Visconti, le cui statue monocrome si inseriscono in finte architetture.

Il “Palazzo Nuovo”, oggi di proprietà privata e non aperto al pubblico, costituisce la parte più spettacolare del complesso. Il suo interno è un susseguirsi di stanze affrescate dai più significativi artisti del 17° e del 18° secolo e costituiscono un caso unico in Lombardia.
Ciò che accumuna il “Palazzo Vecchio” e il “Palazzo Nuovo” sono i mascheroni lignei seicenteschi: affascinanti sculture antropomorfe con espressioni caricaturali e grottesche e un accentuato espressionismo collocati lungo il sottogronda dell’intero edificio.
Solo 166 di questi sono stati staccati e restaurati, di cui 36 sono oggi visibili nell’esposizione permanente “I mascheroni di Palazzo Visconti” allestita nella Sala dei Centauri.

DOVE: Brignano Gera d’Adda (BG) Via Vittorio Emanuele II

INFORMAZIONI TURISTICHE

Per informazioni e prenotazioni:

Pro Loco di Brignano Gera d’Adda
Via Vittorio Emanuele II, 7
Brignano Gera d’Adda

Tel. 334 8540670

E-mail: brignano.proloco@tiscali.it

Sito: www.brignanoproloco.com

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!