Vaprio d’Adda

Probabilmente di origine romana, Vaprio d’Adda per tutti i secoli del Medioevo fu teatro di scontri e battaglie tra i Visconti e i Della Torre. Nel 1281 i Della Torre sono definitivamente sconfitti e Vaprio d’Adda è in mano ai ghibellini Visconti, sotto la Signoria di Milano. Lambito dalle acque del fiume Adda e del naviglio Martesana, fu per molto tempo luogo prescelto dalla nobiltà, rapita dalla bellezza del paesaggio.
Un nome su tutti merita di aprire la lista degli ospiti illustri: Leonardo da Vinci. Il Maestro soggiornò nei primi anni del Cinquecento ospite nella villa della famiglia Melzi. Proprio qui conobbe Francesco Melzi, suo allievo e fidato amico, e forse mise mano alla Vergine con Bambino, ancora oggi conservata in villa Melzi d’Eril e di proprietà della famiglia.
Bellissime sono le chiese fra cui la parrocchiale di San Nicolò, edificata su disegno di Luigi Cagnola,  che conserva gli affreschi dell’artista vapriese Natale Riva, allievo del famoso Francesco Hayez. Non mancano esempi di archeologia industriale come il cotonificio Visconti di Modrone-Velvis e la cartiera Sottrici-Binda. A completare l’enorme patrimonio di questa località ci pensano l’uva delizia di Alberto Pirovano e il ricercatissimo salame di pesce di acqua dolce, prelibatezze culinarie del luogo.

 

Ecco i luoghi da non perdere:

  • Chiesa romanica di San Colombano
  • Chiesa parrocchiale San Nicolò Vescovo
  • Villa Melzi
  • Casa del custode delle acque
  • Ponte ad arco di Vaprio

DOVE: Vaprio d’Adda (MI) Piazza Cavour, 26

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!