Romano di Lombardia (BG)

Con i suoi oltre 20 mila abitanti Romano di Lombardia è la città più popolosa della bassa bergamasca orientale. La città ha conservato molto bene il suo impianto medievale e, a testimonianza della sua ricca e vivissima storia, sono presenti tutt’oggi molti edifici sacri e civili di grande interesse.

PILLOLE DI STORIA

L’attuale borgo, raro esempio di urbanistica medievale, fu fondato il 18 febbraio 1171 mezzo miglio più a Nord dell’antico insediamento, che da oltre un secolo era conteso tra i due episcopati di Bergamo e Cremona. Il documento di fondazione, conservato nell’Archivio Storico Comunale, riporta tutte le prescrizioni relative all’erezione delle nuove fortificazioni, delle tre porte, e delle abitazioni private. Romano divenne subito “borgo franco” del comune ghibellino di Bergamo col compito di controllare i potenti vicini Conti di Cortenuova di tendenza guelfa. Dopo la distruzione di Cortenuova (1237) ottenne il mercato settimanale. Sotto i Visconti l’antico terrapieno munito di palizzata fu sostituito da una cerchia di mura turrite e da una rocca. Con la conquista veneziana del 1428 il borgo venne a trovarsi a ridosso del confine con Milano, per cui la Serenissima lo trasformò in una solida fortezza capace – all’occorrenza – di portar soccorso a Crema e alla stessa Bergamo. Dal 1450 al 1475 fu feudo di Bartolomeo Colleoni, che restaurò la Rocca e fece erigere gli splendidi portici della Misericordia. Sotto la signoria del Capitano il territorio comunale si ampliò con l’aggregazione di tutta la parte occidentale della Contea di Cortenuova, dalle Galeazze al Serio.  Durante la dominazione veneziana fu “terra separata” da Bergamo e governata da un podestà veneto.  Fin dal XVI secolo Romano ebbe un ospedale e scuole pubbliche e, dal XIX secolo – grazie ai lasciti del tenore romanese G. Battista Rubini (1794-1854) – ebbe anche un ginnasio liceo. Romano ha ottenuto il titolo di città nel 1960 ed è oggi uno dei più attivi e popolosi centri della Provincia con oltre 20.000 abitanti.

I LUOGHI DA NON PERDERE

  • Rocca viscontea
  • Palazzo Rubini
  • Palazzo della Ragione
  • Portici della Misericordia
  • Parrocchiale di Santa Maria Assunta e San Giacomo Maggiore
  • Basilica di San Defendente
  • Santuario della Madonna della Fontana
  • Oratorio romanico di S. Eusebio

DOVE: Romano di Lombardia (BG)

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!