Antegnate (BG)

Antegnate è un piccolo comune di circa 3500 abitanti nella provincia di Bergamo. Il nome di questo comune deriva dalla famiglia romana degli Antinii proprietaria del fondo. 

Nel XVI sec. si impose la ricca famiglia dei Bentivoglio che ebbe il privilegio di battere moneta. Nel comune di Antegnate il patriottismo è di casa! Grazie alla propaganda del patriota Luciano Manara, moltissimi antegnatesi aderirono alle idee della Giovine Italia e presero parte ai moti risorgimentali! 

Se lo shopping è la tua passione non può mancare una tappa nel centro commerciale Antegnate Gran shopping! Un luogo grande ed accogliente, dove passeggiare, acquistare e trascorrere il tempo libero con tranquillità ed allegria. 

 

Visita insieme a noi questo comune tutto da scoprire! 

PILLOLE DI STORIA

Il toponimo deriva dal nome della famiglia romana degli Antinii, proprietaria del fondo. Il nome del paese compare per la prima volta in un atto di compravendita dell’anno 950, nel quale viene citato anche il suo castello. Nel XII secolo era già comune rurale sotto l’influenza cremonese.
La derivazione dall’Oglio della roggia Antegnata (1349) favorì l’ampliamento delle terre coltivate con conseguente aumento della popolazione. Nel XIV secolo la popolosa parrocchia era retta da due parroci porzionari che si alternavano settimanalmente nel governo spirituale dei fedeli. Nel XVI secolo Antegnate e Covo furono infeudati alla famiglia Bentivoglio, che ebbe il privilegio di battervi moneta. In seguito alla riforma amministrativa del Regno d’Italia voluta da Napoleone (1805) Antegnate ritornò sotto la giurisdizione di Bergamo con tutti i paesi della Calciana e della Geradadda. Durante il Risorgimento moltissimi antegnatesi, grazie alla propaganda del patriota Luciano Manara, che ad Antegnate aveva una casa di campagna, aderirono alle idee della Giovane Italia e parteciparono ai moti risorgimentali. Il patriottismo della popolazione causò gravi ritorsioni da parte della gendarmeria austriaca, che dovette presidiare il paese per vari periodi di tempo a spese della comunità.

I LUOGHI DA NON PERDERE

Chiesa Parrocchiale di San Michele

La chiesa parrocchiale ha origini molte antiche. Si pensa che la sua edificazione risalga al X secolo, inserendola così fra le costruzioni religiose più antiche della zona. La chiesa è dedicata a San Michele Arcangelo. All’interno dell’edificio troviamo lacerti di affreschi quattro-cinquecenteschi con alcune pregevoli tele.
Il complesso, più volte ristrutturato e modificato nel corso del XV secolo, è provvisto di una torre campanaria, risalente a un periodo compreso fra il XIII e il XIV secolo, che si erge distaccata dal corpo centrale.

Santuario della Beata Vergine del Rosario
La fondazione del Santuario della Beata Vergine del Rosario è legata a un evento miracoloso avvenuto nel 1705.
In quell’anno il borgo di Antegnate venne risparmiato da un terribile saccheggio delle truppe francesi guidate dal duce di Vendome.
Egli infatti era giunto nel borgo per vendicare la morte di un granatiere francese causata dall’antegnatese Cristoforo Marenghi. Mentre il popolo si trovava riunito in preghiera nella chiesa parrocchiale, si racconta che l’edificio fu avvolto da un alone di luce che mise in fuga l’esercito, risparmiando così al borgo il terribile saccheggio.
Fu così che nel 1780, su iniziativa di don Gian Leandro Muoni, si diede inizio alla costruzione dell’edificio che venne collocato alle spalle dell’altare maggiore della Parrocchiale di San Michele.
Esso si sviluppa in posizione sopraelevata, in modo da permettere ai fedeli di osservare la statua della Beata Vergine anche dalla navata. Tutto l’edificio è abbellito con fastosi stucchi e affreschi raffiguranti le storie della Vergine.

Il castello – ricetto

Nel documento dell’anno 950 dove, per la prima volta, viene citato il nome del comune di Antegnate viene menzionato anche il suo castello.

Nel periodo medievale, teatro di continue lotte fra le fazioni guelfe e quelle ghibelline, crebbe il bisogno della popolazione di proteggersi dalle incursioni nemiche. Per questo motivo sorsero numerose costruzioni a scopo difensivo tra cui torri e un castello che venne ampliato nel corso del XV secolo. Del castello oggi rimangono solo alcune tracce di mura e fossato visibili lungo il perimetro del centro storico.

PARCO CICLOTURISTICO

Puoi raggiungere il Comune di Antegnate anche attraverso l’itinerario cicloturistico “Nei borghi della Bassa Bergamasca“, uno dei 14 itinerari del Parco Cicloturistico della Media Pianura Lombarda.

DOVE: Antegnate (BG)

www.comune.antegnate.bg.it
Tel. 0363 914043

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!