Canonica d’Adda

CANONICA D’ADDA

Provincia di Bergamo

Posto sulla sponda sinistra del fiume Adda, sorge il comune di Canonica d’Adda.
La sua storia che si intreccia con l’antico Pons Aureoli ci narra di una famosa battaglia.
Proprio qui nel III secolo dopo Cristo si scontrarono due imperatori: Gallieno sfidò e uccise Mario Acilio Aureolo che fu sepolto nelle vicinanze. Nei pressi della tomba sorsero una strada e un villaggio. In questo luogo sorse la pieve di San Giovanni Evangelista, niente meno che una delle più antiche della Lombardia. Fu l’importanza che assunse nel tempo questa canonica a dare il nome all’abitato. Passeggiando lungo il sentiero botanico o lungo il ponte è difficile non farsi rapire dalla bellezza del paesaggio del fiume Adda che ci regala scorci naturalistici di gran fascino.
Non a caso la sua bellezza incantò il grande Leonardo da Vinci che fu ospite nei primi anni del Cinquecento della famiglia Melzi nel vicinissimo comune di Vaprio d’Adda.

 

 

Visita insieme a noi questo comune tutto da scoprire!

PILLOLE DI STORIA

Canonica è l’antico Pons Aureoli sulla riva sinistra dell’Adda, documentato dall’anno 896. In questo luogo nel III secolo dopo Cristo l’imperatore Gallieno sconfisse e uccise il suo avversario Mario Acilio Aureolo, che fu sepolto nelle vicinanze del ponte. Nei pressi della tomba di Aureolo sorse un villaggio lungo la strada romana che collegava Milano a Bergamo. Nei primi secoli del cristianesimo vi fu eretta la pieve di San Giovanni Evangelista, una delle più antiche della Lombardia, che estendeva la sua giurisdizione su entrambe le sponde dell’Adda. Nel corso delle sanguinose guerre tra Comuni e Impero, e poi tra Guelfi e Ghibellini, l’abitato subì numerosi saccheggi e devastazioni tanto da costringere la popolazione a spostarsi più ad oriente, nel luogo dell’attuale Pontirolo Nuovo, una zona più sicura lontana dal ponte e dalla strada troppo spesso percorsi da eserciti in guerra. Rimase nel vecchio villaggio deserto solamente la pieve con la relativa casa canonica abitata dall’arciprete e dal numeroso clero. E proprio dalla canonica prese nome l’abitato che andò lentamente ripopolandosi nei secoli seguenti. Nel XVI secolo San Carlo soppresse la sede plebana, dividendo il suo territorio tra le diocesi di Milano e di Bergamo. Nell’Ottocento molti abitanti di Canonica aderirono alle idee mazziniane e si distinsero nelle guerre risorgimentali.

I LUOGHI DA NON PERDERE

Chiesa parrocchiale di San Giovanni Evangelista
Sorta sui resti di un’antichissima pieve la struttura attuale della parrocchiale venne costruita nel 1755 ruotando di 90° la pianta della precedente chiesa. L’importanza dell’edificio precedente è testimoniata dalla bolla del 23 giugno 1155 di Papa Adriano IV con la quale il Pontefice pone la chiesa di San Giovanni Evangelista, sede del Capitolo della Pieve, sotto la protezione della sede apostolica scomunicando tutti coloro che avessero osato agire a svantaggio dei suoi possedimenti. La Chiesa per molto tempo poté giovare di innumerevoli benefici ma il continuo abuso di queste prerogative e la condotta poco esemplare del clero portarono Carlo Borromeo a disciogliere la Pieve nel 1577 trasferendo beni e diritti alla chiesa di Santo Stefano in Broglio a Milano. L’edificio attuale conserva al suo interno il prezioso organo “Adeodato Bossi – Urbani” costruito nel 1869.

Chiesa di Santa Maria in Prato (Chiesa di Sant’Anna)
La Chiesa di Santa Maria in Prato, meglio nota come chiesa di sant’Anna ha origini molto antiche. Sorta nei pressi della roggia Vailata, a metà strada tra Canonica e Fara in un luogo che un tempo era isolato tra i campi venne ampliata con la costruzione di un edificio utilizzato in parte come sagrestia e in parte come abitazione del custode per usi agricoli. Dalla fine degli anni Settanta la chiesa fu abbandonata ed esposta al degrado fino a quando non venne acquistata dall’amministrazione comunale che nel 2004 ne concluse il restauro. Durante i lavori sono emerse le fondamenta del precedente edificio di culto permettendo di datare la struttura nel periodo tardo medievale. A conferma della sua origine molto antica troviamo la posizione dalla costruzione, con l’abside orientata e una lapide con delle iscrizioni risalenti al XIV secolo.

Villa Pagnoni
Edificata in epoca rinascimentale e ristrutturata tra il XIX ed il XX secolo, la villa svetta su un terrazzamento del fiume Adda.
La villa è dotata di una pianta ad U ed è composta da diversi copri di fabbrica che ne articolano la struttura. Presenta facciate decorate con affreschi floreali, graffiti e medaglioni.

Il soffitto ligneo della scala dell’edificio più a nord riporta gli stemmi delle casate più nobili del territorio. Al suo interno è presente un rigoglioso giardino.

 

Per approfondimenti clicca qui

Sentiero Botanico
Il sentiero botanico si snoda fra le numerose rogge presenti sul territorio. Parte dalla chiesa di Sant’Anna situata tra Canonica e Fara, fino ad arrivare al ponte sotto la statua dedicata a Giovanni Nepomuceno. Il sentiero affascinante e nello stesso tempo misterioso propone degli splendidi e incantevoli panorami, sia dalla sponda di Vaprio che di Canonica permettendo un’immersione completa nella natura. Sul percorso sono presenti dei cartelli che spiegano la storia e le origini delle varie e rigogliose piante. Lungo il tragitto è possibile ammirare cigni e anatroccoli.

Ponte ad arco
Per tutta la sua storia il territorio di Canonica d’Adda fu caratterizzato dalla presenza di ponti capaci di collegare le sponde del fiume Adda. Documentato dal 896 il Pons Aureoli nel corso del tempo venne abbattuto più volte sia dall’irruenza fiume che dalla mano dell’uomo. Dopo svariati tentativi tra il 1956 e il 1957 è stato costruito un ponte ad arco lungo 95 metri che collega Canonica d’Adda con il comune di Vaprio d’Adda.

 

Per approfondimenti clicca qui

PARCO CICLOTURISTICO

Puoi raggiungere il Comune di Canonica d’Adda anche attraverso l’itinerario cicloturistico “Lungo il fosso bergamasco“, uno dei 14 itinerari del Parco Cicloturistico della Media Pianura Lombarda!

DOVE: Canonica d’Adda (BG)

INFORMAZIONI TURISTICHE

Per le visite guidate contattare la Pro Loco di Canonica d’adda:
Via 25 Aprile, 25
24040 Canonica d’Adda
Tel. 349 8302454
email: gianca.lecchi@gmail.com

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!