Ponte di Aureolo a Canonica d’Adda

Il Ponte di Aureolo è un antico arco costruito con la scopo di unire Canonica d’Adda e Vaprio d’Adda, divisi dal fiume Adda. Nella sua storia fu più volte abbattuto, non solo dal fiume, ma anche da battaglie e guerre.
Il Ponte fu intitolato alla memoria del comandante Aureolo che cercò di sconfiggere le forze imperiali nella battaglia del 268 proprio in questo territorio. All’epoca il viadotto prese un certa importanza in quanto permetteva il collegamento tra Bergamo e Milano, per Venezia  fino alla via Emilia.
Nel 1160 Federico Barbossa, mentre raggiungeva Milano per assediarla, passò da Canonica e incendiò il castello e abbatté il Ponte. Nel 1211 il Comune di Milano, grazie al sostegno economico della  famiglia dei Capitani d’Arzago, decise di costruirlo nuovamente.
Negli anni successivi si persero le tracce del Ponte, tant’è che si afferma che all’epoca di Alessandro Manzoni non esisteva. Infatti,  nei Promessi Sposi  lo scrittore decise di far fuggire Renzo attraverso il viadotto di Cassano d’Adda o la chiatta di Canonica ovvero il traghetto che veniva utilizzato quando il Ponte era inaccessibile e quindi distrutto.
Si ritrovarono tracce della ricostruzione nel 1817 quando il governo austriaco destinò all’investimento 215.000 lire italiane. La struttura presentava 6 piloni in pietra fiancheggiati da travi lignee: dei quali uno si ruppe subito e la sua riparazione durò 40 anni. A quel’epoca per transitare sul viadotto bisognava pagare un pedaggio agli uffici amministravi di Milano. Il Ponte fu, però, travolto da una piena e danneggiato, fu riparato inserendo arcate in muratura incastonate nelle macerie della costruzione precedente. Nel 1868 una piena del fiume lo distrusse nuovamente. A questo punto era evidente che la tecnica costruttiva utilizzata con i pilastri portanti in acqua non era quella adeguata all’impetuosità del fiume Adda.
Verso il 1878 un ditta belga fu incarica nella ricostruzione del Ponte con una struttura diversa:  una travatura in ferro sostenuta da un solo pilone centrale in pietra, ma solo dieci anni più tardi un piena lo abbatté. Nel 1892 si progettò un ponte con un’arcata metallica sostenuta da due grandi archi che fu realizzato un anno dopo dalla ditta appaltatrice Fratelli Invitti e C. di Milano, ma nel 1955 fu demolito.  Dopo una storia ricca di costruzioni e demolizioni, finalmente nel 1957 fu inaugurato l’attuale Ponte.

DOVE: Canonica d’Adda

INFORMAZIONI TURISTICHE

Proloco Canonica d’Adda
Via 25 Aprile, 25
24040 Canonica d’Adda
Tel. 349 2969385
E-mail: prolococanonica@gmail.com

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!