RINALDO PIGOLA ARTE

Nato a Romano di Lombardia nel 1918, Rinaldo Pigola dal 1934 frequenta a Milano l’Accademia di Belle Arti di Brera. 

Chiamato alle armi nel 1939, è assegnato nel periodo bellico al fronte greco-albanese. Ferito nel 1943 è rimpatriato e destinato al servizio civile presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Bergamo. Nel 1944 inizia l’attività artistica con la sua prima mostra a Trento nella sede dell’Unione Professionisti e Artisti. 

Appartengono a questo periodo le prime sue opere a tema sacro. 

Nel 1946 sposa Anita Dodesini e da quel momento si dedica esclusivamente alla professione artistica. 

Nel 1948 partecipa a Milano al Premio Angelicum – Mostra biennale di Arte Sacra.

 Nel 1949 riceve il premio acquisto al Premio di Pittura e Scultura Città di Bergamo. 

Sono gli anni di più intenso approfondimento della sua ricerca relativa all’arte sacra. 

Nel 1951 partecipa al concorso di idee per il ciclo pittorico da realizzare sulle pareti della nuova chiesa dell’Oratorio di Romano; vengono scelte per la realizzazione le proposte di artisti tradizionalisti, la delusione è così forte che per almeno dieci anni Pigola abbandona la ricerca sulle tematiche sacre e si dedica esclusivamente alle tematiche profane con notevoli consensi. Partecipa a numerosi Premi Nazionali di Arte Contemporanea: Pesaro, Terni, Modena e Monza. 

Dal 1953 al 1957 vive ed opera a Parigi; contemporaneamente partecipa ai più importanti eventi artistici in Francia e in Italia, con riconoscimenti e premi. 

Nel 1959 partecipa alla Quadriennale Nazionale di Arte di Roma. 

Nel 1962 ricomincia la sua ricerca sulle tematiche sacre; è il periodo polimaterico di Pigola, che partecipa assiduamente alla vita artistica italiana e d’Oltralpe. 

Nel 1964 il Comune di Romano gli dedica una mostra personale al Palazzo della Ragione. 

Nel 1966 riceve un premio alla prima Quadriennale d’Europa di Roma; nel 1969 e nel 1973 vince la medaglia d’oro al Premio Giorgio Oprandi di Bergamo. 

Nei primi anni ’70 soggiorna periodicamente quale docente all’École National d’Art Decoratif de Nice et du Centre Artistique de Rencontre Internationale. 

Nel 1979 realizza e dona alla Parrocchia di S. Maria Assunta e S. Giacomo di Romano Il Crocifisso, grande tela attualmente pala dell’altare della Madonna del Carmelo nella chiesa parrocchiale. 

Nel 1980 espone alla Biennale di Venezia nella Sezione Progetti Speciali. 

Nel 1985 pubblica il racconto poetico “Il girino” e l’anno successivo “Il volo dell’aquilone”. 

Nel 1986 realizza per la cappella del nuovo Centro Giovanile San Filippo Neri di Romano l’opera scultorea Il Crocifisso, il tabernacolo bronzeo e due tele informali a tema sacro. 

Dal 1990 al 1998 realizza il grande ciclo di vetrate per la chiesa parrocchiale Madre di Dio ai Cappuccini in Romano, e nel 1997 due vetrate nella Cappella delle Associazioni Patriottiche

Informazioni turistiche

Il Palazzo della Ragione a Romano di Lombardia ospita la Collezione Anita e Rinaldo Pigola. 

Aperto tutte le domeniche, giorni festivi ed ogni primo sabato del mese ore 10.00-12.00.

Tel 0363/982341