Arcene (BG)

Arcene è un comune di circa 5000 abitanti in provincia di Bergamo. Ci sono molte ipotesi circa l’origine del suo toponimo, quello che è certo è che nel corso della sua storia si susseguirono diverse dominazioni: etruschi, romani, celti e longobardi! Per la sua posizione geografica fu spesso teatro di lotte sanguinose fra la fazione guelfa e quella ghibellina. Non temere, le guerre ora sono finite e passeggiando nella sua campagna incontaminata potrai goderti gli splendidi panorami del Plis della Geradadda.
Proprio qui nel lontano 1864 avvenne un fatto miracoloso: un dipinto della Madonna iniziò a lacrimare! A ricordo di questo miracolo venne costruito il Santuario della Madonna del Pianto e ancora oggi, il 5 aprile, si festeggia questa ricorrenza.

 

Visita insieme a noi questo comune tutto da scoprire! 

PILLOLE DI STORIA

Il toponimo è di incerta origine: forse deriva dal latino arx (= fortificazione) o da un altro termine latino agger (argine). Più probabilmente Arcene è toponimo prediale derivato dal nome di un antico colono di origine etrusca (Arcinna). Nel territorio comunale sono stati trovati numerosi reperti di epoca celtica e romana. La presenza dei Longobardi è testimoniata, invece, dal titolare della parrocchiale, San Michele, considerato uno dei protettori di quel popolo.  In un documento dell’anno 957 il villaggio è citato come vicus Arcinne. In epoca comunale ebbe un castello e fu feudo della famiglia Della Bretta, di cui si conserva una torre oggi inglobata nel municipio. Tra XIV e XV secolo il paese, trovandosi quasi all’incrocio di importanti vie di comunicazione (strada Francesca, strada Piacenza-Bergamo), fu spesso coinvolto nelle guerre civili tra Guelfi e Ghibellini. 

I LUOGHI DA NON PERDERE

Parrocchiale di San Michele
La struttura originaria della chiesa è molto antica, quella che vediamo oggi è il frutto del rifacimento avvenuto a cura dell’architetto Luca Lucchini nel 1781.
L’edificio conserva al suo interno affreschi e pregiate opere. 

Santuario della Madonna del Pianto
Il Santuario della Madonna del Pianto, o della Madonnina, deve la sua costruzione in stile neogotico a un fatto avvenuto il 5 aprile del 1864.Un dipinto della Madonna posto sotto il portico di una vecchia casa colonica iniziò a lacrimare alle ore 10 del 5 aprile e smise il 25 maggio seguente. La prima persona ad accorgersi del miracolo fu Santa Bertola Bussini. A ricordo del miracolo avvenuto, ogni anno il 5 aprile si tengono i festeggiamenti per la lacrimazione, un appuntamento molto sentito dai fedeli.

Plis della Geradadda
Il Parco, situato nella pianura occidentale della Provincia di Bergamo tra il Fiume Adda e la ferrovia Bergamo-Treviglio, si estende a nord tra il confine del Comune di Pontirolo Nuovo e quello di Brembate, mentre a sud coincide con il confine tra i Comuni di Casirate d’Adda e Arzago d’Adda. Il Parco si dirama in due punti: all’estremità nord del Comune di Pontirolo, a est dell’abitato di Arcene sino a sud-ovest dell’abitato di Ciserano. La sua attuale forma è dovuta alla presenza, nel territorio, di numerosi centri abitati spesso collegati tra loro da insediamenti industriali e civili. La sua morfologia non è uniforme ma caratterizzata da altimetria variabile dovuta alla presenza del corso del Fiume Adda e del Fiume Brembo, con diversi livelli pianeggianti e scarpate da cui ammirare vasti panorami.

PARCO CICLOTURISTICO

Puoi raggiungere il Comune di Arcene anche attraverso l’itinerario cicloturistico lungo il fosso bergamasco uno dei 14 itinerari del Parco Cicloturistico della Media Pianura Lombarda

DOVE: ARCENE (BG)

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!