Arzago d’Adda

Arzago d’Adda è considerato il più antico comune della Geradadda. Le origini del suo nome risalgono al latino Arezio, quindi Areziaco che unito alla parola Fondo significa: proprietà di Arezio. Il Paese si trova in una delle zone più fertili e irrigue della Media Pianura Lombarda, nonché zona di fontanili e sorgenti d’acqua che favorirono l’agricoltura. Nella sua storia Arzago è sempre stato un centro grande e importante: in età romana, infatti, è stato definito Pagus, cioè villaggio capo di un distretto, come testimoniamo i resti di una villa romana del I-IV secolo. Mentre nel Medioevo grazie alla presenza dell’antica Pieve di San Lorenzo, divenne il centro da cui dipendevano le chiese dei paesi vicini. Nei secoli Arzago perse la sua importanza diventando sempre più piccolo e meno popoloso; forse è proprio per questo che i suoi abitanti sono soprannominati Gamberèi, ovvero gamberetti: il grigio crostaceo che un tempo abbondava nei fossi.

Da non perdere è la visita alla zona in cui sorgeva il Castello dei De’ Capitani, di cui oggi rimane ben poco: solo gli archi d’ingresso in mattoni con statuette delle quattro stagioni in pietra. La colonna romana situata vicino al Castello è diventa il simbolo del Paese a testimoniare l’importanza che Arzago ha avuto in passato.

Il 10 agosto di ogni anno si ripete un’antica tradizione, nata da una consuetudine scritta nel lascito del nobile Giovanni Battista Cattaneo De’ Capitana nel 1677, il quale destinò le sue proprietà all’Ospedale di S. Maria di Treviglio, con l’obbligo di distribuire una ciotola di pane e ceci (in dialetto bergamasco: ‘pa e siser de San Lurens’) alla popolazione e ai viandanti. Dopo un periodo di interruzione, a partire dal 1980 la tradizione fu ripristinata dal Comune che si incaricò di effettuare la distribuzione.

 

Ecco i luoghi da visitare ad Arzago d’Adda:

  • Ex Castello-Palazzo De’ Capitani
  • Cascina Ravaglia
  • Chiesa di San Bernardo
  • Chiesa parrocchiale San Lorenzo
  • Plis del Fiume Tormo

DOVE: Arzago d’Adda (BG) Piazza indipendenza, 2

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!