Mornico al Serio

Piccolo comune della bassa bergamasca orientale, Mornico al Serio deve la sua fama al grande regista Ermanno Olmi che nel suo capolavoro “L’albero degli zoccoli”  lo sceglie come luogo per girare alcune scene del film.

Il nome Mornico, a conferma delle sue origini romane, deriverebbe dal suo primo proprietario, un certo Maurinus. Nel 1460 le sorti di Mornico si incrociano con quelle del più grande condottiero bergamasco: Bartolomeo Colleoni. La Repubblica di Venezia infatti gli assegnò il feudo e, sotto la sua signoria, il paese attraversò un periodo di pace e di benessere. Nel 1473 egli fece scavare la roggia Borgogna, che giungeva con diramazioni fino a Calcinate, Mornico e Palosco. La roggia scendendo da via Bergamo attraversava il paese e lo circondava con un largo fossato a difesa del villaggio. Ad abbellire ulteriormente il paese nei secoli XVII e XVIII ci pensarono i nobili proprietari terrieri locali: gli Alessandri, i Terzi e i Perini che costruirono numerose residenze di campagna.

 

Ecco i luoghi da non perdere:

  • Chiesa Vecchia di Sant’Andrea (oggi Chiesa dell’addolorata)
  • Chiesa Parrocchiale di Sant’Andrea
  • Cascina Castello
  • Palazzo Dolci Terzi

DOVE: Mornico al Serio (BG) Piazza San. Andrea, 2

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!