Agnadello (CR)

Agnadello è un comune di circa 4000 abitanti in provincia di Cremona. Questo piccolo comune fu teatro di una turbolenta e sanguinosa battaglia: il 14 maggio 1509 sui campi di Agnadello l’esercito francese di Luigi XII sbaragliò le truppe veneziane. Il ricordo della terribile battaglia vive ancora oggi nelle leggende locali.
Pare infatti che la Madonna, invocata dai francesi, fece nevicare benché fosse il mese di maggio! Così facendo le manovre dei Veneziani furono ostacolate e i francesi vinsero lo scontro. Le leggende non finiscono qui … si racconta che Re Luigi XII, sconcertato e titubante sull’esito della battaglia, promise di costruire un santuario alla Madonna e di interrare nel luogo della battaglia un cannone con la bocca piena di monete d’oro! Se stai già partendo alla ricerca del tesoro ti avvertiamo, si narra che di notte e nei giorni di grandine i fantasmi dei soldati uccisi vaghino di notte nelle campagne in cerca di vendetta! 

 

Visita insieme a noi questo comune tutto da scoprire! 

PILLOLE DI STORIA

Il nome dell’abitato deriva dalla gens Annia, famiglia romana antica proprietaria del Fundus Annianellus (diminutivo di Annianus).  Il villaggio è citato per la prima volta in un documento dell’anno 1040 col quale l’imperatore Enrico III confermava al vescovo Ubaldo di Cremona vari beni e privilegi, tra cui le decime del castrum Anianelli, appartenente alla pieve di Arzago. 

Nel medioevo Agnadello fu comune rurale dotato di castello, sul cui sito sorge oggi la chiesa di San Vittore, già oratorio privato del feudatario, che divenne sede parrocchiale attorno al XIII secolo in sostituzione di quella antica situata all’esterno dell’abitato.  Nel XIV secolo il paese passò ai Visconti con tutta la Geradadda, della quale seguì poi le vicende. 

Il 14 maggio 1509 sui campi di Agnadello l’esercito francese di Luigi XII sbaragliò le truppe veneziane: in poche ore di combattimento restarono sul campo ben 14.600 morti. Il sovrano francese volle che sul luogo fosse eretta una chiesetta, oggi nota come Santa Maria della Vittoria. 

I LUOGHI DA NON PERDERE

Chiesa parrocchiale di san Vittore 

La chiesa parrocchiale di san Vittore venne edificata fra il XVIII e il XIX secolo sui resti di una precedente chiesa. Lo stile della struttura attuale presenta alcuni elementi del barocco. Della costruzione precedente rimangono custoditi all’interno della chiesa alcuni affreschi del pittore Francesco de Bravis risalenti al 1627. 

Una curiosità relativa a questa chiesa riguarda le campane del suo campanile. Esso infatti possiede un concerto di 5 campane in tonalità di Mi3 realizzate dal noto fonditore cremonese Crespi. Il concerto non riuscì bene perché sono presenti delle discrepanze tonali: alcune campane risultano essere di tonalità calante rispetto alle altre campane. 

Chiesa di san Bernardino
La struttura risale alla prima metà del XV secolo. Esteriormente si presenta con una facciata molta sobria. A caratterizzarla sono i mattoni a vista mescolati con ciottoli. A completare la facciata troviamo un unico portale con cornice in cotto sovrastata da un semplice rosone. All’interno l’edificio presenta affreschi del pittore Stefano da Pandino. L’interno è scandito da un’unica navata con arconi gotici.

Parco naturalistico del Tormo
Un luogo di notevole interesse naturalistico è costituito dalle sorgenti del fiume Tormo, situate nella zona a sud di Arzago d’Adda in prossimità della strada ‘Bergamina’ in direzione Agnadello. Il fiume Tormo è alimentato per tutto il suo corso dalle acque sorgive, si estende per ben 25chilometri tra le province di Bergamo, Cremona e Lodi.

 

Per approfondimenti clicca qui

PARCO CICLOTURISTICO

Puoi raggiungere il Comune di Agnadello anche attraverso l’itinerario cicloturistico Le Gere d’Adda uno dei 14 itinerari del Parco Cicloturistico della Media Pianura Lombarda.

DOVE: Agnadello (CR)

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!