Spirano

Probabilmente abitata fin dall’epoca romana, la comunità di Spirano sorgeva in una posizione strategica all’incrocio di strade che congiungevano Milano ad Aquileia.
Nel corso del Medioevo, Spirano fu teatro di dispute fratricide tra guelfi e ghibellini. Le continue lotte portarono alla costruzione di un castello (di cui oggi rimane qualche resto), struttura difensiva ma anche residenza della nobile famiglia dei Suardi che dominò il paese per molto tempo.
Al centro delle lotte tra i Malatesta e i Visconti, seguite da quelle tra il Ducato di Milano e la Repubblica veneta, nella prima metà del XVI secolo fu devastata dapprima dai francesi e poi dai lanzichenecchi, capeggiati dal duca di Brunswick. Solo con il consolidarsi del dominio veneziano fu ripristinato un clima di tranquillità, che ne favorì la ripresa economica, interrotta però dalla peste di manzoniana memoria del 1630.
A Spirano è possibile passeggiare nell’oasi naturalistica “I Montagnète”. Si tratta della prima tartufaia libera della bergamasca che si caratterizza per un bosco e un fontanile, la cui realizzazione scaturisce dal triplice intento di bonificare un’area degradata.

 

Ecco i luoghi da non perdere:

  • Chiesetta e parco di San Rocco
  • Tartufaia spiranese
  • Resti del castello Suardi
  • Oasi naturalistica “I Montagnète”

DOVE: Spirano (BG) Largo Europa

www.comune.spirano.bg.it
Tel. 035 4879911 

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!