Crema

Anche Crema ha un lungo periodo della sua storia, quello delle origini, avvolto di oscurità pressoché totale. I pochi indizi consentono solo la formulazione di ipotesi. Ciò che è certo è che l’abbondante presenza di acqua fu utile per le coltivazioni ma fu sfruttata anche come via di comunicazione rendendo la città un punto strategico.

La vicinanza di Milano sicuramente influì sullo sviluppo di Palazzo Pignano, oggi sito archeologico di grande rilevanza. La tradizione vuole che la città sia stata fondata il 15 agosto 570 quando, di fronte alla minaccia rappresentata dall’invasione longobarda, gli abitanti della zona trovarono rifugio nella parte più elevata dell’“isola della Mosa”, approntandola a difesa sotto la guida prima di Cremete, conte di Palazzo, e poi di Fulcherio.
L’età comunale portò al trasferimento in città di gran parte degli abitanti delle campagne, sia nobili che contadini, i quali si trasformarono in imprenditori, in mercanti o artigiani. Lungo le rive di rogge e canali sorsero inoltre in gran numero mulini, segherie, magli e altri opifici che sfruttavano la forza prodotta dai salti d’acqua. L’affermarsi e il consolidarsi della mentalità mercantilistica, portò a un periodo economicamente florido, durante il quale fu possibile realizzare grandi opere pubbliche destinate inizialmente soprattutto alla difesa  e, in un secondo momento, anche al decoro della città con la ricostruzione del Duomo (1284-1341) e l’erezione della Torre Guelfa (1286), che costituiscono i due maggiori e più significativi monumenti del periodo medievale conservati in città.
Analogamente a molte città vicine, nemmeno Crema venne risparmiata dalla funesta serie di lotte fra guelfi e ghibellini che dilaniarono il tessuto sociale. Nel 1316 i guelfi cremaschi, capeggiati dai Benzoni, si impossessarono della città espellendone i ghibellini. A seguito del dominio dei Benzoni la città passò sotto la dominazione del Ducato di Milano che durò fino agli albori del Quattrocento.
Il 16 settembre del 1449 Crema entra a far parte dei possedimenti di terraferma della Serenissima Repubblica di Venezia. Questa dominazione durerà per secoli e aprirà una fase davvero nuova per la città influenzando non solo la politica ma anche lo stile di vita dei cremaschi che, in un’ottica di “nobilitazione aristocratica”, inaugurarono un periodo di promozione della cultura e delle arti finanziando molte opere pubbliche che ammiriamo ancora oggi.
La ricchezza delle opere artistiche conservate nella città e il tessuto urbanistico in gran parte fedele nella sua fisionomia medievale e rinascimentale rendono Crema una meta turistica di grande rilevanza. Infine, per i palati più esigenti, la città offre una ricchissima selezione di prodotti tipici fra cui la mostarda, il torrone, il salame IGP e tantissimi altre specialità tutte da gustare.

 

Ecco i luoghi da non perdere:

  • Cattedrale S. Maria Assunta
  • Santuario S. Maria della Croce
  • Chiesa S. Chiara
  • Chiesa S. Bernardino (Auditorium)
  • Chiesa S. Giovanni
  • Chiesa S. Maria delle Grazie
  • Chiesa S. Benedetto
  • Oratorio SS. Crocefisso al Quartierone
  • Chiesa SS. Trinità
  • Chiesa S. Giacomo
  • Oratorio S. Maria della Stella
  • Ex Chiesa S. Spirito e S. Maddalena
  • Chiesa S. Maria dei Mosi
  • Mura Venete e Torrione della Madonna
  • Mura Venete e Torrione Foscolo
  • Torre Civica
  • Mercato austroungarico
  • Monumento ai Caduti della 1^ Guerra Mondiale
  • Porta Serio
  • Porta Ombriano
  • Torrazzo
  • Museo Civico (ex Convento S. Agostino)
  • Teatro San Domenico
  • Palazzo Comunale
  • Palazzo Marazzi-Griffoni
  • Palazzo Benzoni-Donati
  • Palazzo Pretorio
  • Palazzo Vescovile
  • Ex palazzo del Monte di Pietà
  • Palazzo Compostella
  • Palazzo Vimercati-Sanseverino
  • Palazzo Benzoni-Frecavalli
  • Palazzo Foglia
  • Palazzo Fadini-Zurla
  • Palazzo Toffetti-Crivelli
  • Palazzo Tinti-Bondenti
  • Palazzo Vimercati-Zurla
  • Palazzo Patrini-Premoli-Pozzali
  • Palazzo Benvenuti-Bonzi
  • Palazzo Terni-Bondenti
  • Palazzo Albergoni-Arrigoni
  • Palazzo Bisleri-Vailati
  • Villa Allocchio

DOVE: Crema (CR) Piazzetta Winifred Terni de’ Gregory, 5

INFORMAZIONI TURISTICHE

Per le visite guidate contattare la Pro Loco di Crema

FATTI RAPIRE DAI NOSTRI ITINERARI

CICLOTURISMO
PER SCOPRIRE IN MODO "DOLCE"
E VIVERE CON ATTENZIONE
IL NOSTRO TERRITORIO

RICERCA GEOLOCALIZZATA

Utilizza la nostra Web App DIARIO DI VIAGGIO!
Scopri le bellezze della Media Pianura Lombarda e crea il tuo diario di viaggio!